Palasport, cifre e migliorie adottate in corso d'opera al progetto di riparazione e adeguamento sismico: l'amministrazione comunale fa il punto

Data di pubblicazione:
29 Novembre 2021
Immagine non trovata

Nel corso del prossimo consiglio comunale andranno in votazione alcune variazioni al bilancio, due delle quali riguardano i lavori al Palasport per complessivi 190mila euro. Va premesso che tra il 2017 e il 2020 il Comune ha messo a disposizione con mezzi propri 1 milione e 440mila euro, oltre a 1,1 milioni di euro incassati dall’assicurazione e 400mila euro finanziati da Regione Lombardia.

Nel 2021 si è proceduto a integrare tali somme con una variazione di 140mila euro per finanziare lavori non previsti nel contratto (sostituzione delle scale antincendio, rialzo delle gradinate, tinteggiatura delle tribune, eccetera) e nel prossimo consiglio comunale si propone una prima variazione di 127mila euro più Iva al 10% a saldo dell’accordo tra la ditta Tieni e la direzione lavori, e una seconda variazione di 50mila euro per l’acquisto di arredi e attrezzature. Pertanto, a fronte di una disponibilità finanziaria complessiva di 3 milioni e 275mila euro, il Comune ha contribuito per 1 milione e 775mila euro circa.

Tuttavia, proprio grazie alle migliorie inserite nel progetto in corso d’opera, l’Ente locale potrà fare richiesta al Gse (gestore dei servizi energetici) per un contributo di circa 400mila euro a fondo perduto. In questo modo, se il contributo andrà a buon fine, il Comune di Viadana “si sarà impegnato – afferma l’assessore ai Lavori pubblici Ivan Gualerzi - per circa 1 milione e 400mila euro per un Palasport del valore di 3,3 milioni di euro. Le migliorie adottate sono moltissime, tra queste ci tengo a segnalare i sei piloni aggiuntivi di sostegno e fondamenta rinforzate per raggiungere il massimo livello anti-sismico strategico, l’impianto a luci a Led che consentirà un risparmio nei costi di gestione, nuovi impianti UTA di aerazione in linea con le normative anti-Covid, un ascensore per il pubblico, la realizzazione di un’infermeria e di spogliatoi per i direttori di gara, l’ingresso-foyer con biglietteria (prima non esisteva), il riscaldamento a pavimento, quattro nuove scale di sicurezza, il potenziamento dell’illuminazione esterna, telecamere di videosorveglianza, l’ampliamento del parcheggio e, cosa molto importante, l’innalzamento del tetto di un metro che consentirà di essere a norma e non più costantemente in deroga. Le tempistiche si sono allungate per motivi indipendenti dalla nostra volontà, ma anche il Covid ha inciso su questo come su moltissimi altri cantieri. L’obiettivo rimane concludere al più presto e consegnare alla comunità di Viadana non una palestra, ma un vero e proprio palasport destinato a diventare il punto di riferimento della zona”.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 22 Dicembre 2021