AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER SOLI ESAMI, PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI “ISTRUTTORE TECNICO”

SETTORE LAVORI PUBBLICI - TECNICO MANUTENTIVO - AMBIENTE – SUE - URBANISTICA CATEGORIA C - POSIZIONE ECONOMICA C1

Data di pubblicazione:
21 Novembre 2022
AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA, PER SOLI ESAMI, PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI  “ISTRUTTORE TECNICO”

                                IL TITOLARE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA

   UNITA’ OPERATIVA PERSONALE

 

Richiamata la deliberazione della Giunta Comunale n. 34 del 3/03/2022, avente ad oggetto l’approvazione del Piano Triennale dei Fabbisogni del Personale 2022/2024;

 

Considerato:

            che in data 3/10/2022 con prot. n. 29721 si è inviata all’ARIFL e al Dipartimento della Funzione Pubblica la comunicazione ai sensi degli artt. 34 e 34 bis del D.Lgs. 165/2001;

-           che Polis Lombardia, con nota acquisita al protocollo n.30622 del 10/10/2022, ha dato esito negativo, mentre si resta in attesa della comunicazione da parte del Dipartimento della Funzione Pubblica, all’esito della quale, ove fosse positiva, non si procederà all’assunzione dei vincitori della presente selezione;

 

Visti:

-  l’art. 35  e 35-quater del d. lgs. 30 marzo 2001 n. 165 e s.m.i.;

-  il d.lgs. n. 75/2017, di modifica ed integrazione del sovra richiamato d. lgs. n. 165/2001 che prevede l’obbligatorietà dell’accertamento nei pubblici concorsi della conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;

-  l’art. 10 del d.l. 44/2021, come convertito con modificazioni dalla L. 28 maggio 2021, n. 76;

- il vigente Regolamento sul Reclutamento e la Selezione del Personale del Comune di Viadana, da ultimo aggiornato con deliberazione G.C. n. 217/2017;

il C.C.N.L. 21/05/2018;

- Decreto sindacale n. 15 del 30/6/2021;

Ritenuto, al fine di ridurre i tempi di accesso al pubblico impiego, ai sensi dell’art. 3 co 8 della Legge 56/2019, di non procedere ad attivare le procedure previste dall’art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001;

In esecuzione della propria Determinazione n. 640 del 17/10/2022;

 

                                                                  RENDE NOTO

 

che è indetto un CONCORSO PUBBLICO, PER SOLI ESAMI, PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO E INDETERMINATO DI UN POSTO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI “ISTRUTTORE TECNICO” – SETTORE LAVORI PUBBLICI-TECNICO MANUTENTIVO- AMBIENTE-SUE-URBANISTICA, CATEGORIA C - POSIZIONE ECONOMICA C1.

Il Comune garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs. n.198/2006 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna a norma dell’art. 6 della L. n. 246/2005” e dell’art. 57 del D.Lgs. n. 165/2001 “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”.

 

 DESCRIZIONE FIGURA PROFESSIONALE E CONTESTO ORGANIZZATIVO

 

La figura professionale si caratterizza per avere conoscenze fondamentali di base delle norme che regolano gli enti locali e del diritto amministrativo; conoscenze specifiche di tutti i principali procedimenti amministrativi e i processi organizzativi riguardanti le attività dei Servizi dell’Amministrazione comunale e delle norme che li regolano, con particolare riferimento ai servizi tecnici.

Ha relazioni interne all’Ente, con gli altri Comuni ed Enti Pubblici. Opera sia in posizioni di back office che di front-office, anche in condizioni di open space, nonché all’esterno della struttura comunale (cantieri, verifiche sul territorio comunale, magazzini comunali, etc). Usa sistemi informativi tematici complessi oltre ai programmi di office automation.

I Servizi sono direttamente interessati ai processi di digitalizzazione della pubblica amministrazione e da una costante evoluzione normativa dovuta ai forti mutamenti sociali in atto. Sotto il profilo professionale ciò comporta la predisposizione e la disponibilità ad aggiornamento, formazione e autoformazione professionale.

 

COMPETENZE TRASVERSALI (comportamenti e capacità)

 

Applicazione e sviluppo conoscenze: il candidato dovrà essere in grado di applicare il proprio bagaglio di conoscenze tecniche nell’ambito dei procedimenti dei servizi del Comune di Viadana ed investire, nel tempo, sulla formazione professionale nella consapevolezza che le materie che dovrà seguire si caratterizzano per una marcata esigenza di aggiornamento costante.

Comunicazione e lavoro di gruppo: si richiede che il candidato abbia una spiccata capacità di mediazione nelle situazioni maggiormente critiche e sappia interagire correttamente con il proprio gruppo di lavoro.

Problem solving e innovazione: il candidato dev’essere in grado di valutare correttamente le situazioni di maggiore criticità, condividendo con il responsabile del servizio le soluzioni più adeguate, anche in attuazione delle novità normative in materia.

 

                            REQUISITI PER L’AMMISSIONE ALLA SELEZIONE

 

Per essere ammessi alla selezione, gli aspiranti devono possedere, a pena di esclusione, i seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana, sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica.

Possono, inoltre, partecipare alla procedura selettiva i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero i familiari di cittadini dell'Unione europea, anche se cittadini di Stati terzi, che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, i cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (art. 38 D. Lgs. n. 165/2001 così come sostituito dall’art. 7 della Legge n. 97/2013). I candidati non cittadini italiani devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;

b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;

c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

  1. età non inferiore ad anni 18 alla data di scadenza del presente bando, ai sensi del vigente Regolamento comunale sulle modalità di reclutamento;
  2. godimento dei diritti civili e politici; come previsto al punto 1 lett. a), per i canditati non cittadini italiani il requisito deve essere posseduto anche nello Stato di appartenenza e di provenienza;
  3. non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
  4. non aver riportato condanne penali per reati che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
  5. non essere a conoscenza di procedimenti penali in corso a proprio carico;
  6. non essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una Pubblica Amministrazione o per altri motivi disciplinari ovvero per avere conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
  7. non essere stati dichiarati decaduti dal pubblico impiego ai sensi dell’art. 127, comma 1, lett. d) del D.P.R. n. 3/1957, per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
  8. non essere a conoscenza dell’esistenza di procedimenti disciplinari a proprio carico che prevedano la sanzione del licenziamento.
  9. idoneità psico-fisica all’impiego in relazione allo svolgimento di tutte le mansioni specifiche, nessuna esclusa, afferenti il profilo professionale cui il lavoratore è destinato; ai sensi dell’art. 41 co 2 del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. il vincitore del concorso verrà sottoposto a visita medica del competente organo sanitario intesa a constatare l’idoneità alle mansioni a cui lo stesso sarà destinato. Qualora il vincitore risultasse non idoneo, o non si presentasse alla visita medica nel giorno stabilito senza giustificato motivo ovvero rifiutasse di sottoporvisi, verrà considerato rinunciatario all’assunzione a tempo indeterminato senza possibilità di pretendere alcunché;
  10. essere in regola con le norme concernenti gli obblighi di leva, limitatamente ai cittadini italiani di sesso maschile e nati entro il 31/12/1985;
  11. possesso del seguente titolo di studio:

Titolo di studio: Diploma di Geometra, oppure di Perito Edile, oppure altro titolo equipollente ai sensi di legge o titolo di studio considerato assorbente (Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile - Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il territorio o Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento); oppure: Laurea Triennale ai sensi del D.M. n. 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale); oppure: Laurea Triennale ai sensi del D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale); oppure: Laurea Specialistica ai sensi del D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale); oppure: Laurea Magistrale ai sensi del D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile-architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale); ovvero altro titolo equivalente con obbligo di precisa indicazione a cura del candidato, nella domanda di ammissione, del provvedimento che sancisce la predetta equivalenza.

 

Per i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, l’assunzione sarà subordinata al rilascio, da parte delle autorità competenti, del provvedimento di equivalenza del titolo di studio posseduto ad uno dei titoli di studio richiesto dal presente bando, così come previsto dall’art. 38 del D. Lgs. 30.03.2001, n. 165. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare, nella propria domanda di partecipazione, di aver avviato l’iter procedurale, per l’equivalenza del proprio titolo di studio, previsto dalla richiamata normativa e di aver inoltrato la relativa richiesta a mezzo PEC al Dipartimento della Funzione Pubblica, entro il termine di scadenza del bando. Il candidato, all’atto della stipula del contratto di lavoro, deve dichiarare di aver ottenuto la dichiarazione di equipollenza/determina di equivalenza, ai sensi della vigente normativa, indicando gli elementi indispensabili per il reperimento delle relative informazioni; in caso contrario, il candidato decade dai benefici eventualmente conseguenti all’atto di assunzione; la sola traduzione legalizzata del titolo di studio straniero e la dichiarazione di valore del Consolato non sono documenti sufficienti.

  1. possesso della patente di guida di tipo B non soggetta a provvedimenti di revoca e/o di sospensione;
  2. conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse. La padronanza di tali materie sarà accertata nella prova orale.

 

Tutti i requisiti prescritti per l’ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione, a pena di esclusione, e devono permanere anche al momento dell’assunzione.

Il difetto dei requisiti prescritti, accertato nel corso del concorso, comporta l’esclusione dal concorso stesso e costituisce causa di risoluzione del rapporto di lavoro, ove già instaurato.

                                          TRATTAMENTO ECONOMICO

 

Al posto è attribuito il trattamento economico lordo previsto per la Categoria C - Posizione Economica C1 del vigente CCNL del Comparto Enti Locali 21.5.2018 pari a € 20.344,07, oltre indennità di comparto, indennità di vacanza contrattuale, tredicesima mensilità, assegno per il nucleo familiare di cui alla legge 13.05.1988 n. 153 se e nella misura spettante, eventuali ulteriori emolumenti contrattualmente previsti. Il trattamento giuridico ed economico è soggetto alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali stabilite dalle vigenti disposizioni di legge e sarà adeguato in relazione agli incrementi stipendiali previsti dai futuri C.C.N.L. per il comparto Funzioni Locali. 

 

 

PRESENTAZIONE DOMANDA DI AMMISSIONE, TERMINI E MODALITA’

 

Per l’ammissione al concorso gli interessati dovranno presentare domanda, redatta in carta semplice utilizzando esclusivamente il modulo allegato al presente avviso (Allegato A), al Comune di Viadana (MN) – Piazza Matteotti 2 - cap 46019 - entro e non oltre le ore 12.30 del trentesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale, pena l’esclusione dal concorso stesso e pertanto entro il giorno 19/12/2022.

 

La domanda di ammissione al concorso dovrà essere debitamente sottoscritta, a pena di nullità della stessa. Ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, la firma non deve essere autenticata.

Alla domanda dovrà essere allegato il Curriculum vitae, nel quale il candidato indicherà gli stati, i fatti e le qualità personali.

 

La domanda può essere presentata, entro il termine perentorio sopraindicato, con una delle seguenti modalità:

- a mano, presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico (URP) - Sportello Servizi Galleria Bedoli, Piazza Matteotti 6, 46019 Viadana (MN) negli orari di apertura al pubblico. Nel caso di presentazione diretta della domanda fa fede il timbro apposto a cura del predetto Ufficio delle Relazioni con il pubblico (URP).

- a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), unicamente per i candidati in possesso di un indirizzo di Posta Elettronica Certificata personale, inviata al seguente indirizzo: urp@pec.comune.viadana.mn.it, riportando nell’oggetto l’indicazione “Concorso pubblico per assunzione a tempo indeterminato di un Istruttore Tecnico” ed allegando la scansione in formato PDF dell’originale della domanda debitamente compilata e sottoscritta dal candidato con firma autografa, unitamente alla scansione  dell’originale di un valido documento di identità, oppure, per i candidati in possesso di firma digitale, la domanda debitamente compilata e sottoscritta digitalmente.

 

L’Amministrazione non assume responsabilità per la mancata, inesatta o incompleta ricezione della domanda dovuta a inesatte indicazioni del recapito oppure a mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda da parte del candidato o a disguidi comunque imputabili a fatti di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

 

DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDA

 

Nella domanda gli aspiranti devono dichiarare sotto la propria personale responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445, consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del medesimo decreto per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci:

  1. il cognome, il nome, la data ed il luogo di nascita, il codice fiscale, la residenza, il domicilio nel caso non sia coincidente con la residenza;
  2. il possesso della cittadinanza italiana ovvero di trovarsi in una delle situazioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. 165/2001, come modificato dall’art. 7 della L. 97/2013;
  3. di aver compiuto anni 18;
  4. il godimento dei diritti civili e politici;
  5. il Comune di iscrizione nelle liste elettorali ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste medesime;
  6. di non aver riportato condanne penali per reati che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione
  7.    di non avere e non essere a conoscenza di procedimenti penali in corso;
  8. di non essere stato licenziato per persistente insufficiente rendimento da una Pubblica Amministrazione o per altri motivi disciplinari ovvero per avere conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile;
  9. di non essere stato dichiarato decaduto dal pubblico impiego ai sensi dell’art. 127 del D.P.R. n. 3/1957;
  10. di non essere a conoscenza dell’esistenza di procedimenti disciplinari a proprio carico che prevedano la sanzione del licenziamento.
  11. il possesso dell’idoneità psico-fisica all’impiego;
  12. di essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva, limitatamente ai cittadini soggetti a tale obbligo;
  13. la patente di guida eventualmente posseduta;
  14. il titolo di studio posseduto, con l’indicazione dell’anno in cui è stato conseguito, dell’Istituto che lo ha rilasciato e della votazione conseguita;

 

Inoltre, il candidato, nella stessa domanda di partecipazione deve dichiarare:

  • l’eventuale diritto, ai sensi dell’art. 20 della Legge 104/1992, alla concessione di ausili o tempi aggiuntivi in relazione allo specifico handicap. A tal fine il candidato dovrà allegare alla domanda apposita certificazione.

Ai sensi del D.M 12 ottobre 2021, attuativo delle previsioni dell’art. 3, comma 4-bis, del D.L. 80/2021 convertito in legge 113/2021, ai soggetti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) vengono garantite le misure di supporto di cui al succitato D.M.

I candidati con diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (DSA), di cui alla Legge n. 170/2010, possono presentare esplicita richiesta di ausili e/o tempi aggiuntivi necessari per l’espletamento della prova, in relazione alle proprie esigenze, allegando idonea certificazione rilasciata da non più di tre anni da strutture del SSN o da specialisti e strutture accreditate dallo stesso.

 

  1. il diritto all'esenzione dallo svolgimento dell'eventuale preselezione ai sensi dell'art. 20, comma 2-bis, della legge 104/1992 e se intende avvalersene (allegando la documentazione medico-sanitaria che attesti il possesso dei relativi presupposti).
  2. l’eventuale possesso dei requisiti che danno diritto alla riserva e/o preferenza e/o precedenza, ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. 487/1994 e s.m.i. La mancata dichiarazione nella domanda di partecipazione equivale a rinuncia ad usufruire del beneficio;
  3. l’eventuale appartenenza alla categoria dei volontari delle FFAA aventi diritto alla riserva ai sensi degli artt. 1014 commi 3 e 4 e dell’art. 678, comma 9 del D. Lgs. 66/2010 e s.m.i.
  4. di avere conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
  5. di conoscere, ai fini della prova orale, la lingua inglese;
  6. di avere ricevuto l’informativa sul trattamento e utilizzo dei dati personali, secondo quanto stabilito dalla vigente normativa in materia di tutela della privacy, inserita all’interno del bando di selezione;
  1. l’accettazione senza riserve di quanto previsto dal presente bando;
  1. il recapito di posta elettronica personale presso il quale si desidera ricevere ogni comunicazione relativa alla procedura in oggetto, con l’impegno a comunicare all’Amministrazione ogni variazione sollevando la stessa da ogni responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario.

 

La dichiarazione generica del possesso dei requisiti sopraindicati non è ritenuta valida.

 

Alla domanda di partecipazione alla selezione il candidato dovrà allegare, pena l’esclusione dalla stessa, copia semplice di un documento di identità personale in corso di validità.

 

AMMISSIONE ED ESCLUSIONE DEI CANDIDATI

E REGOLARIZZAZIONE DELLE DOMANDE

 

L’Amministrazione ammetterà con riserva al concorso tutti i candidati le cui domande di partecipazione non presentino irregolarità non sanabili.

 

Sono considerate IRREGOLARITA’ NON SANABILI, che comportano l’esclusione dalla procedura concorsuale, quelle di seguito elencate:

  • mancata indicazione nella domanda di ammissione delle generalità, della residenza e/o del recapito, per cui non sia possibile identificare il candidato;
  • presentazione della domanda oltre i termini previsti dal presente bando;
  • mancata sottoscrizione (firma completa di nome e cognome).
  • qualsiasi altra omissione o irregolarità, per la quale è prevista dal presente avviso, l’esclusione dal concorso.

 

Le eventuali irregolarità sanabili della domanda di ammissione dovranno essere regolarizzate entro un termine non inferiore a due giorni dal ricevimento della comunicazione, pena l’esclusione dal concorso.

 

I candidati in difetto dei requisiti di accesso prescritti dal presente bando verranno esclusi. Il provvedimento di esclusione dal concorso sarà adottato dal Responsabile del procedimento, la cui pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Viadana ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Resta inteso che l’accertamento del reale possesso dei requisiti dichiarati dai candidati verrà comunque effettuato al momento dell’assunzione.

 

PROGRAMMA D’ ESAME

 

La selezione sarà espletata da una commissione esaminatrice composta da tre membri (un Presidente e due membri esperti), nominata dal Responsabile dell’U.O. Personale, secondo quanto previsto dalla vigente normativa e dal vigente “Regolamento sulle modalità di reclutamento del personale” del Comune di Viadana approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 81 del 15.04.2004 da ultimo modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 217 del 16.11.2017.

Per lo svolgimento della prova orale la Commissione potrà essere integrata con un esperto di psicologia.

L’ente si riserva di affidare la gestione delle prove scritte e preselettive a qualificati soggetti operanti nel settore per la predisposizione di modalità automatizzate ed informatizzate di correzione.

Per essere ammessi a sostenere le prove d’esame i candidati dovranno essere muniti di idoneo documento di identificazione in corso di validità.

Prima dell’inizio di ciascuna prova, la commissione procede all’appello ed all’accertamento della identità dei candidati. Non sono ammessi a sostenere la prova i candidati che si presentano dopo la conclusione dell’appello.

Il candidato che non si presenta ad una prova nel giorno, all’ora e nel luogo stabiliti è considerato rinunciatario.

Per tutte le prove, compresa l’eventuale prova preselettiva, saranno applicate le disposizioni previste dall'ordinanza del Ministro della salute 25 maggio 2022 recante: “Aggiornamento del Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici”, se ancora vigenti al momento dell’espletamento delle prove, o di ulteriori altre disposizioni che saranno emanate a seguito della emergenza sanitaria, e del Piano Operativo adottato dal Comune di Viadana per l’espletamento della procedura concorsuale che verrà pubblicato sul sito web del Comune nell’apposita sezione dedicata ai “Bandi di concorso”.

 

 PROVA PRESELETTIVA

 

Ai fini dell’efficiente organizzazione delle prove d’esame la commissione potrà stabilire di procedere ad una prova di preselezione, così come previsto dall’art. 9 del vigente “Regolamento sul reclutamento del personale”.

 

Qualora si ritenesse necessario provvedere alla prova preselettiva, ne verrà dato avviso mediante pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Viadana reperibile all’indirizzo www.comune.viadana.mn.it in Amministrazione Trasparente - Sezione Concorsi almeno quindici giorni prima dello svolgimento della preselezione stessa.

 

Qualora si dia corso alla preselezione, l’accertamento della sussistenza dei requisiti di partecipazione al concorso potrà essere effettuato successivamente alla preselezione e, quindi, solo nei confronti dei candidati che avranno superato la stessa.

In tal caso i candidati che parteciperanno alla prova preselettiva saranno “ammessi con riserva”.

 

La data, l’orario e le modalità di svolgimento della PROVA PRESELETTIVA, qualora abbia luogo, sarà pubblicata sul sito internet del Comune di Viadana almeno quindici giorni prima della data della prima prova scritta.

 

Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti e non sarà data ulteriore comunicazione agli iscritti. 

 

La prova di preselezione consisterà in quiz, sugli argomenti previsti per la prova scritta e orale del presente bando. L’ente si riserva di affidare la gestione della prova preselettiva a qualificati soggetti operanti nel settore per la predisposizione di modalità automatizzate ed informatizzate di correzione. Il tempo assegnato per l’effettuazione delle prove sarà fissato dalla Commissione esaminatrice.

Saranno ammessi alla prosecuzione delle prove d’esame i candidati che, dopo la prova preselettiva, risultino collocati entro i primi venti (20) posti. Saranno comunque ammessi alle prove scritte i candidati che abbiano conseguito un punteggio uguale al più basso risultato utile.

A norma dell’art. 20 comma 2-bis della Legge 5.2.92, n. 104, i candidati in possesso di certificazione attestante lo stato di handicap e della certificazione di invalidità uguale o superiore all80% non sono tenuti a sostenere la prova preselettiva. Tale circostanza dovrà risultare da apposita dichiarazione e da certificazione attestante lo stato di invalidità allegate alla domanda di partecipazione del concorso.

I candidati ai quali non sia stata data comunicazione di esclusione dalla partecipazione alla selezione dovranno pertanto presentarsi nella data ed ora che saranno successivamente comunicate con apposito avviso, muniti di documento d’identità legalmente valido ai fini dell’identificazione e di eventuali integrazioni della domanda richieste come condizione per l’ammissione, per sostenere la prova di preselezione. Il candidato che, per qualsiasi causa, non si presenti alla prova di preselezione nel giorno, nell’orario e luogo previsto si considera rinunciatario e viene automaticamente escluso dal concorso.

 

La prova di preselezione serve esclusivamente a determinare il numero dei candidati ammessi alla prova scritta e non costituisce elemento aggiuntivo di valutazione di merito nel prosieguo del concorso.

 

Durante lo svolgimento della preselezione i candidati non potranno consultare testi di legge, anche se non commentati, né dizionari.

Non è ammesso l’uso di telefoni cellulari, apparecchiature elettroniche e/o informatiche portatili, che dovranno essere consegnati alla Commissione esaminatrice prima dell’inizio della preselezione.

 

Ai sensi dell’art. 35-quater del d.lgs. 165/2001 gli esami consisteranno in una PROVA SCRITTA e una PROVA ORALE

 

 

PROVA SCRITTA

La prova scritta potrà consistere in una serie di quesiti ai quali dovrà essere data una risposta sintetica e/o  nella predisposizione di un atto o nella risoluzione di un problema e/o nella corretta impostazione procedurale, in ambito giuridico-amministrativo e/o gestionale/organizzativo, di questioni, casi pratici o problematiche operative o progettuali, di possibile interesse dei servizi comunali, e sarà mirata a verificare l’attitudine all’analisi ed alla individuazione del corretto iter operativo per affrontare e risolvere problemi inerenti le funzioni che sarà chiamato a svolgere il candidato vincitore, con riguardo alle attività gestionali ed amministrative dei servizi di competenza

La prova scritta verterà sulle materie di seguito elencate:

 

  • Nozioni di diritto costituzionale ed amministrativo, con particolare riguardo a:

fonti del diritto, atti amministrativi, procedimento amministrativo, documentazione amministrativa, accesso ai documenti amministrativi, protezione dei dati personali, trasparenza, amministrazione digitale, beni pubblici, responsabilità;

  • Ordinamento istituzionale dei Comuni;
  • Nozioni di normativa relativa alle seguenti materie: ordinamento contabile dei Comuni; contratti pubblici;
  • D.P.R. 207/2010 e smi ,
  • D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. e normativa attuativa
  • D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia;
  • Normativa regionale in materia di pianificazione territoriale, urbanistica edilizia (L.R. 56/77 e s.m.i., L.R. 16/18 e smi; L.R. 19/99 e smi)
  • D.Lgs. 42/04 e s.m.i., D.P.C.M. 12/12/2005, D.P.R. 31/17 e L.R. 32/08 e smi
  • disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità (DPR 327/2001)
  • Disposizioni legislative e regolamentari in materia ambientale (D.Lgs. 152/2006 e smi)
  • Diritto amministrativo con particolare riferimento ai principi dell’azione amministrativa, agli atti, alle responsabilità e al procedimento amministrativo (L. 241/90 e s.m.i.);
  • Ordinamento degli enti locali (D.Lgs. nr. 267/2000 e s.m.i.)
  • Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa
  • disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità e la promozione della trasparenza nella Pubblica Amministrazione.
  • Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche (d.lgs. n. 165/2001 e s.m.i.);
  • La responsabilità civile, penale, amministrativa e contabile del pubblico dipendente.

 

 

La durata della prova e le modalità di svolgimento della stessa sono stabilite dalla Commissione Esaminatrice con l’osservanza della normativa vigente per tale materia.

Il materiale occorrente per stendere gli elaborati sarà fornito dalla Commissione; non è consentito portare nella sala in cui si svolgono le prove né carta da scrivere, né appunti manoscritti.

Durante la prova scritta non è permesso consultare testi di legge e di regolamento, manuali, codici e simili.

Non è ammesso l’uso di telefoni cellulari, apparecchiature elettroniche e/o informatiche portatili, che dovranno essere consegnati alla Commissione esaminatrice prima dell’inizio dell’eventuale preselezione o della prova scritta.

Il concorrente che viola le suddette disposizioni sarà escluso dal concorso.

 

PROVA ORALE

 

La prova orale verterà sulle materie di seguito elencate:

 

  • Materie della prova scritta;
  • Elementi di normativa relativa alle seguenti materie: codice civile, limitatamente al libro primo ed ai titoli primo e secondo del libro quarto; SUAP-SUE; pubblico impiego locale;
  • Reati contro la Pubblica Amministrazione.

 

Per tutti i provvedimenti normativi citati si deve far riferimento al testo vigente alla data di pubblicazione del presente bando.

.

 

Il colloquio concorrerà, altresì, ad approfondire e a valutare la completezza delle conoscenze delle materie d'esame, la capacità di cogliere i concetti essenziali degli argomenti proposti, la chiarezza di esposizione, la capacità di collegamento e di sintesi, le attitudini dimostrate, la conoscenza di tecniche di lavoro o di procedure necessarie all'esecuzione del lavoro stesso, la capacità di valutazione critica e di individuazione di soluzioni innovative.

 

PROVA DI ACCERTAMENTO DELLA CONOSCENZA DELLA LINGUA INGLESE

Il candidato dovrà dimostrare di saper sostenere correttamente una semplice conversazione nella lingua inglese e/o di saper leggere e tradurre un breve testo in lingua inglese.

 

PROVA DI ACCERTAMENTO DELLA COMPETENZE INFORMATICHE

Il candidato dovrà dimostrare di possedere conoscenze teorico-pratiche inerenti l’uso di apparecchiature e di applicazioni informatiche tra le più diffuse con particolare riferimento a programmi quali Microsoft Word, Excel, Internet, e Posta elettronica.

                                          VALUTAZIONE DELLE PROVE

 

Costituiscono criteri generali di valutazione delle prove i seguenti:

 

Prova scritta

  • Aderenza ed attinenza della risposta al quesito posto
  • Completezza della risposta
  • Chiarezza, correttezza e capacità nell’esposizione
  • Uso della terminologia appropriata
  • Capacità di analisi e sintesi rispetto alle questioni proposte
  • Conoscenza adeguata dell’attuale normativa di riferimento
  • Dimostrazione adeguata del possesso delle competenze tecniche
  • Logica del processo di ragionamento in funzione della domanda

 

Prova orale

  • Aderenza ed attinenza della risposta al quesito posto
  • Completezza della risposta
  • Chiarezza, correttezza e capacità nell’esposizione
  • Uso della terminologia appropriata
  • Capacità di analisi e sintesi, presentazione di ipotesi risolutive rispetto alle questioni proposte
  • Conoscenza adeguata dell’attuale normativa di riferimento
  • Dimostrazione adeguata del possesso delle competenze tecniche
  • Logica del processo di ragionamento in funzione della domanda
  • Livello delle competenze tecniche in possesso del candidato
  • Capacità di diagnosi e di soluzione di criticità professionali ed organizzative attinenti alle mansioni da svolgere
  • Conoscenza, consapevolezza e gestione delle dinamiche relazionali interne e con il cittadino
  • Orientamento all’obiettivo
  • Flessibilità
  • Iniziativa/assertività/autocontrollo/empatia.

 

La Commissione esaminatrice potrà precisare sub-criteri a maggior specificazione delle modalità di valutazione delle prove.

 

Il punteggio di ciascuna prova è espresso in trentesimi e risulta dalla media aritmetica dei voti espressi in forma palese da ciascun commissario avente diritto al voto.

Ciascuna prova (scritta e orale) si intende superata con un punteggio pari o superiore a 21/30. Conseguono l’ammissione alla prova orale i candidati che abbiano riportato nella prova scritta una votazione pari o superiore a 21/30; lo stesso punteggio minimo dovrà essere conseguito anche nella prova orale per accedere alla graduatoria finale.

L’accertamento della lingua straniera e delle competenze informatiche, consistente in un giudizio di idoneità, non comporta l’attribuzione di alcun punteggio.

 

 Il punteggio finale si ottiene sommando il voto conseguito nella prova scritta con la votazione conseguita nella prova orale.

 

I risultati delle prove saranno affissi all’Albo pretorio on line e sul sito internet del Comune di Viadana.

 

                                              DIARIO DELLE PROVE

 

Tutte le prove si svolgeranno nella data, ora e luogo che saranno comunicati tramite la pubblicazione sul sito internet istituzionale www.comune.viadana.mn.it – Amministrazione Trasparente - Sezione Concorsi, entro i 15  giorni antecedenti lo svolgimento delle prove.

L’elenco dei candidati ammessi alle prove selettive sarà reso noto esclusivamente mediante pubblicazione sul sito internet istituzionale www.comune.viadana.mn.it – Amministrazione Trasparente - Sezione Concorsi, entro 3 giorni lavorativi antecedenti le prove.

Tali pubblicazioni costituiscono l’unica notifica ad ogni effetto di legge, pertanto non si procederà ad effettuare comunicazioni individuali.

Sarà pertanto cura del candidato prendere conoscenza di tale comunicazione che vale ai fini della convocazione.

Il Comune declina ogni responsabilità in merito alla mancata consultazione dei calendari di convocazione e degli esiti delle prove da parte dei candidati.

La mancata presentazione, per qualsiasi causa, nell’ora e nel luogo indicati nell’avviso per l’espletamento delle prove, verrà ritenuta come rinuncia a partecipare alla selezione.

I candidati dovranno presentarsi alle prove, muniti di documento di identità in corso di validità.

 

L’eventuale modifica della data e/o della sede delle prove sarà comunicata mediante avviso sul sito internet del Comune di Viadana con un preavviso di almeno 3 giorni rispetto alla data sopra indicata.

 

Per tutte le prove, compresa l’eventuale prova preselettiva, saranno applicate le disposizioni previste dall'ordinanza del Ministro della salute 25 maggio 2022 recante: “Aggiornamento del Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici”, se ancora vigenti al momento dell’espletamento delle prove, o di ulteriori altre disposizioni che saranno emanate a seguito della emergenza sanitaria, e del Piano Operativo adottato dal Comune di Viadana per l’espletamento della procedura concorsuale che verrà pubblicato sul sito web del Comune nell’apposita sezione dedicata ai “Bandi di concorso”.

 

 

RISERVA DI POSTI E PREFERENZE A PARITA’ DI MERITO

 

Il presente avviso è emanato ai sensi del D.Lgs. 66/2010 e s.m.i. in materia di riserva dei posti a favore dei volontari in ferma breve o prefissata delle Forze Armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma, dei volontari in servizio permanente nonché degli ufficiali di complemento in ferma biennale e degli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta.

Ai sensi dell’art. 1014, comma 3 e 4 e dell’art. 678, comma 9, del d.lgs. n. 66/2010 e successive modifiche ed integrazioni, con il presente concorso si determina una frazione di riserva di posto a favore dei volontari delle FF. AA. che verrà cumulata ad altre frazioni già verificatesi o che si dovessero verificare nei prossimi provvedimenti di assunzione

 

Qualora tra i concorrenti dichiarati idonei nella graduatoria di merito ve ne siano alcuni appartenenti a più categorie che danno titolo a differenti riserve di posti, si tiene conto prima del titolo che dà diritto ad una maggiore riserva nell’ordine e nel rispetto delle condizioni previste dall’art. 5 co 3 del DPR n. 487/94.

 

A parità di merito, si applicano le preferenze riportate nello schema allegato al presente bando (Allegato B) secondo l’ordine indicato nell’art. 5, co 4, del D.P.R. 487/94 e s.m.i. Qualora sussistano ulteriori parità, dopo l’applicazione delle suddette norme, è preferito il candidato più giovane di età, come previsto dall’art. 2 comma 9 della Legge n. 191/98.

I candidati, che avranno superato la prova orale, dovranno far pervenire entro il termine perentorio di quindici giorni decorrenti dal giorno successivo a quello in cui avranno sostenuto il colloquio, i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di precedenza/riserva e preferenza dichiarati nella domanda di ammissione alla selezione, ai sensi dell’art. 46 della dichiarazione sostitutiva di certificazione, ad eccezione di quelli rilasciati da pubbliche amministrazioni, rispetto ai quali ne curerà l’acquisizione il Comune di Viadana. In caso di mancato adempimento, il candidato decade dal diritto di iscrizione nella graduatoria.

 

FORMAZIONE GRADUATORIA

 

A conclusione delle operazioni di selezione, la Commissione Giudicatrice redige una graduatoria data dalla somma dei voti conseguiti nella prova scritta e nella prova orale, con l’osservanza degli eventuali titoli che danno diritto a riserva e, a parità di punteggio, a preferenze secondo l’ordine indicato nell’art. 5, co 4, del D.P.R. 487/94 e s.m.i. Qualora sussistano ulteriori parità dopo l’applicazione delle suddette norme, è preferito il candidato più giovane di età, come previsto dall’art. 2 co 9 della Legge n. 191/98.

Sarà dichiarato vincitore il candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito, formata come sopra indicato.

 

La graduatoria, approvata con Determinazione del Responsabile Area Amministrativa - Unità Operativa Personale, è immediatamente efficace e viene pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per quindici giorni consecutivi, nonché sul sito internet del Comune (www.comune.viadana.mn.it). Tale pubblicazione vale quale comunicazione dell’esito del procedimento agli interessati.

 

Dall’ultimo giorno di pubblicazione decorrerà il termine per eventuali impugnative da effettuarsi entro 60 giorni al Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia - Sezione di Brescia o, in alternativa, entro 120 giorni al Capo dello Stato.

 

La graduatoria rimane valida ed utilizzabile dalla data di pubblicazione, per il tempo e con le modalità di indirizzo previste dalla normativa vigente.

 

UTILIZZO DELLA GRADUATORIA

 

Il Comune, nel rispetto dell’ordine della graduatoria e nel periodo di validità della stessa, potrà avvalersi della stessa per ulteriori assunzioni a tempo indeterminato, in regime di full-time o part-time, su posti che si rendessero vacanti successivamente al presente bando, nel rispetto delle disposizioni normative in vigore.

In tal caso, per eventuali successive assunzioni a tempo pieno, i lavoratori con contratto part-time hanno, su richiesta, diritto di precedenza alla trasformazione del rapporto di lavoro, in conformità a quanto disposto dall’art. 3 comma 101 della legge 244/2007 (Legge Finanziaria per il 2008). Nello specifico, al momento dell’assunzione a part-time, il candidato che rinuncia a tale assunzione mantiene la propria posizione in graduatoria ma verrà contattato per eventuali assunzioni a tempo pieno solo in subordine ai lavoratori a part-time che hanno esercitato tale diritto di precedenza alla trasformazione del rapporto di lavoro.

 

L’Amministrazione si riserva la facoltà di ricorrere alla graduatoria anche in caso di assunzioni a tempo determinato, in regime di full-time o part-time, che si renderanno necessarie di volta in volta per la sostituzione del personale di pari categoria contrattuale e profilo professionale corrispondenti a quello del posto oggetto del presente bando per esigenze temporanee e straordinarie di servizio.

Le chiamate per l’assunzione a termine verranno fatte dall’Ufficio Personale telefonicamente o tramite mail, in relazione alle diverse esigenze di servizio che si presenteranno, attraverso lo scorrimento della graduatoria.

I rapporti a termine avranno una durata strettamente legata alle esigenze che li hanno determinati e non daranno diritto alcuno all’assunzione in ruolo.

Il candidato può rinunciare all’assunzione a termine per motivi di legittimo impedimento adeguatamente documentato, quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, gravidanza, malattia od iscrizione a corsi di studio con obbligo di frequenza o similari.

L’indisponibilità ad assunzioni a tempo determinato manifestata da un candidato per tre volte, senza giustificato motivo, comporterà l’esclusione dalla graduatoria per successive coperture a tempo determinato ma non comporta la sua cancellazione dalla graduatoria per la copertura di posti a tempo indeterminato.

Il candidato che risulti vincitore o idoneo nella presente procedura concorsuale, e che, richiesto dal Comune di Viadana in tal senso, rifiuti l’assunzione, a prescindere dalle ragioni di tale rifiuto, in quanto rinunciatario, sarà definitivamente escluso dalla graduatoria, perdendo con ciò ogni diritto e possibilità di successive chiamate, sia da parte dell’Ente che da parte di terze amministrazioni autorizzate allo scorrimento della stessa, nei limiti della sua vigenza a norma di legge;

- il candidato idoneo che rifiuti la chiamata all’assunzione da parte di terza amministrazione, autorizzata dal Comune di Viadana all’utilizzo della graduatoria scaturente dalla presente procedura concorsuale, invece, manterrà la propria posizione all’interno della stessa, nei limiti della sua vigenza a norma di legge;

- il candidato idoneo che accetti la chiamata all’assunzione da parte di terza amministrazione, autorizzata dal Comune di Viadana all’utilizzo della graduatoria scaturente dalla presente procedura concorsuale, sarà definitivamente escluso dalla graduatoria, perdendo con ciò ogni diritto e possibilità di successive chiamate, sia da parte dell’Ente che da parte di terze amministrazioni autorizzate allo scorrimento della stessa, nei limiti della sua vigenza a norma di legge, anche nel caso in cui il candidato idoneo, dopo aver preso servizio, non abbia superato il periodo di prova presso l’Ente terzo che ha effettuato l’assunzione.

 

ACCESSO AGLI ATTI

 

I candidati hanno facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale dopo l’approvazione della graduatoria di merito e degli atti concorsuali.

 

MODALITA’ DI ASSUNZIONE

 

L’assunzione è subordinata al rispetto da parte dell’Amministrazione delle disposizioni in materia di reclutamento e spesa del personale, e dei vincoli di finanza pubblica vigenti a tale data, nonché alle effettive disponibilità finanziarie nel rispetto della normativa vigente.

 

La costituzione del rapporto di lavoro con il candidato idoneo avverrà in base all’art. 19 del CCNL del Comparto Funzioni Locali sottoscritto in data 21/05/2018 e sarà soggetta al superamento del periodo di prova di 6 mesi di servizio effettivamente prestato, ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 del predetto CCNL.

Il candidato collocato in graduatoria in posizione utile per l’assunzione sarà invitato dall’Amministrazione a presentare la documentazione necessaria con le modalità ivi indicate e a prendere servizio entro il termine comunicato.

Per eventuali dichiarazioni non attestabili da soggetti pubblici, i candidati dichiarati vincitori, dovranno presentare la documentazione relativa in originale o in copia autenticata entro 15 gg. dalla richiesta dell’Amministrazione.

Il candidato che per qualsiasi motivo non imputabile al Comune di Viadana non assuma servizio nei termini indicati, sarà dichiarato decaduto dalla posizione in graduatoria.

 

Elemento costitutivo essenziale per la stipulazione del contratto è l’idoneità psico-fisica alla mansione specifica per cui il candidato ha concorso, che deve essere accertata dal medico competente. Il candidato vincitore verrà avviato a visita medica presso il medico competente del Comune di Viadana per gli accertamenti preventivi ai fini della valutazione dell’idoneità fisica all’impiego e alle mansioni specifiche del profilo professionale, ai sensi dell’art. 41, co 2, del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.

Il candidato, all’atto della stipulazione del contratto di lavoro, dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art.53 del D.Lgs 165/2001 e dall’ art.1 comma 60 L. 662/96. In caso contrario dovrà essere espressamente presentata la dichiarazione di opzione per la nuova amministrazione.

I candidati dichiarati idonei, in caso d’urgenza, potranno essere invitati ad assumere servizio, nel rispetto della graduatoria, in via provvisoria sotto riserva di accertamento del possesso dei requisiti richiesti per l’accesso al pubblico impiego.

L’accertamento della non veridicità dei requisiti prescritti comporterà l’immediata cancellazione del candidato dalla graduatoria con perdita conseguente di ogni diritto ad assunzioni successive o, qualora si verifichi dopo la costituzione del rapporto di lavoro, la risoluzione di diritto del rapporto di lavoro medesimo nonché l’attivazione delle procedure di legge previste in caso di dichiarazioni mendaci.

 

Ai sensi dell’art. 3 del D.L. 90/2014, convertito dalla L. 114/2014, come modificato dall’art. 14bis, co 1 lett. b) del D.L. 4/2019 convertito dalla L. 26/2019, i vincitori dei concorsi banditi dagli enti locali, anche se sprovvisti di articolazione territoriale, sono tenuti a permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni e pertanto non sarà possibile richiedere, prima che sia trascorso tale periodo, il nulla osta per eventuale trasferimento, comando o altra forma di mobilità verso altri enti.

 

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

 

Ai sensi del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali 2016/679 e del Codice privacy, come novellato dal D.Lgs. n. 101/2018, recante “Disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679” i dati personali forniti dai candidati/e o acquisiti d’ufficio saranno trattati dall’U.O. personale per le finalità inerenti la gestione della procedura di selezione nonché per la pubblicazione sull’Albo Pretorio on line e sul sito internet del Comune di Viadana delle informazioni relative all’ammissione/esclusione dal concorso e dalle prove e la posizione in graduatoria con relativo punteggio in ottemperanza alla normativa relativa alla Trasparenza nelle Pubbliche Amministrazioni. I dati non saranno comunicati a terzi se non solo nei casi specificamente previsti dal diritto nazionale o dell'Unione europea.

I dati richiesti sono indispensabili per l’espletamento del procedimento selettivo di cui trattasi, il cui conferimento, pertanto, da parte dei partecipanti è obbligatorio.

Il trattamento potrà essere effettuato sia con strumenti elettronici sia senza il loro ausilio, su supporti (secondo i casi) di tipo cartaceo o elettronico e ciò potrà avvenire per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui le informazioni personali sono state raccolte in relazione all’obbligo di conservazione previsto per legge per i documenti detenuti dalla Pubblica Amministrazione, con modalità atte a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati medesimi ed ogni altro diritto spettante. Si precisa che il trattamento dei Suoi dati personali non comporta alcuna decisione basata unicamente sul trattamento automatizzato, compresa la profilazione.

Dei dati potranno venirne a conoscenza il Designato di trattamento del Settore Personale del Comune di Viadana e/o gli incaricati del Settore di riferimento e gli altri incaricati di trattamento che, sempre per fini istituzionali, debbano successivamente conoscerli per compiti inerenti al loro ufficio.

La diffusione dei dati personali (intesa come la conoscenza da parte di soggetti indeterminati) avverrà solo quando prevista da una norma di legge o di regolamento (ad esempio, ai sensi del D.Lgs. n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”).

La diffusione degli eventuali dati sensibili idonei a rivelare lo stato di salute nonché di dati giudiziari forniti non è ammessa. Si precisa che non è previsto alcun trasferimento dei dati personali a un Paese Terzo.

All’uopo specifiche misure di sicurezza di tipo tecnico e organizzativo sono osservate per prevenire la perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.

I candidati/e hanno diritto ad accedere ai dati che li riguardano e di chiederne, nel rispetto delle disposizioni e dei termini inerenti la procedura, l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione, la limitazione oltre che la cancellazione o il blocco di quelli non pertinenti o raccolti in modo non conforme alle norme (artt. 15 e ss. del RGPD) e, ricorrendone i presupposti, hanno, altresì, il diritto di proporre reclamo al Garante”.

Il candidato/a può, altresì, opporsi al trattamento per motivi legittimi.

 

Il Titolare del Trattamento è il Comune di Viadana con sede in Viadana (MN) - Piazza Matteotti 2, nella persona del Sindaco Cavatorta Nicola, tel. 0375/786212, al quale potrà rivolgersi per l’esercizio dei diritti previsti agli artt. da 15 a 22 del Regolamento Europeo 2016/679.

Il Comune di Viadana ha nominato il Responsabile della Protezione dei Dati Personali, ai sensi dell’articolo 39 del Regolamento Europeo 2016/679, nella persona Sig. Iovino Armando - e-mail: armando.iovino@pqa.it

 

INFORMAZIONI, NORME DI RINVIO E CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA

 

Il presente bando di selezione costituisce lex specialis e pertanto la presentazione della domanda di partecipazione comporta implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni, in esso contenute.

 

L’Amministrazione Comunale, escludendo ai concorrenti qualsiasi pretesa o diritto, si riserva la facoltà di:

  • modificare il presente bando;
  • prorogare il termine di scadenza della selezione;
  • riaprire tale termine allorché lo stesso sia già scaduto;
  • revocare la selezione qualora ne rilevasse la necessità e l’opportunità per ragioni di pubblico interesse o nel caso di entrata in vigore di norme che rendono incompatibile l’instaurazione di un contratto di lavoro a tempo indeterminato di personale con gli obiettivi di finanza pubblica e/o limiti imposti alle amministrazioni pubbliche in materia di contenimento della spesa di personale od ove ricorrono motivi di pubblico interesse o quando ciò è richiesto nell’interesse del Comune per giusti motivi.

 

Responsabile del procedimento, ai sensi della Legge 241/1990, è il  Dr. Martino Conforti – Vice Segretario - Titolare di Posizione Organizzativa Area Amministrativa - U.O. Personale - del Comune di Viadana.

Il presente avviso sarà pubblicizzato sul sito internet istituzionale e all’albo pretorio on line.

 

**************************************************************************************************************

 

Per ogni eventuale informazione o chiarimento gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Personale del Comune di Viadana - tel. 0375/786206.

 

L’avviso ed il modello di domanda sono disponibili sul sito Internet www.comune.viadana.mn.it Amministrazione Trasparente - Sezione Concorsi.

 

Viadana, lì 19/11/2022

 

IL TITOLARE DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA

  AREA AMMINISTRATIVA  - U.O. PERSONALE-

                                                                    F.TO Dr. Martino Conforti