Refezione scolastica, le cucine saranno 4: verrà utilizzata anche quella di San Matteo. Presto la richiesta di certificazione bio delle mense. E le tariffe di refezione e trasporto scolastico restano invariate

Data di pubblicazione:
12 Settembre 2022
Refezione scolastica, le cucine saranno 4: verrà utilizzata anche quella di San Matteo. Presto la richiesta di certificazione bio delle mense. E le tariffe di refezione e trasporto scolastico restano invariate

Nelle scorse settimane, a seguito della pubblicazione del bando da parte del Comune di Viadana, è stato affidato a Cir Food il servizio triennale di refezione scolastica. Il bando riguarda tutte le scuole situate all’interno del territorio di Viadana, dall’asilo nido fino alle scuole secondarie di primo grado.

Cir Food si è aggiudicata il servizio per il quale il Comune di Viadana, nel corso del prossimo triennio, corrisponderà una cifra complessiva pari a 1 milione 812mila 419,39 euro. Le cucine che saranno utilizzate per la produzione dei pasti sono quelle dell’asilo nido Crescere di Viadana, della scuola dell’infanzia di Cogozzo-Cicognara, dell’infanzia Bedoli e, a partire dai prossimi mesi, dell’Istituto Comprensivo di San Matteo delle Chiaviche.

È, quest’ultima, una importante novità contenuta all’interno dell’appalto. Con l’aggiunta di una cucina, che andrà ad aggiungersi alle tre già individuate e funzionanti, si potrà gestire al meglio la produzione dei pasti. La cucina di San Matteo delle Chiaviche dovrà essere adeguata e attrezzata da Cir: partirà nei prossimi mesi, non appena sarà pronta all’uso.

Inoltre, le mense scolastiche di Viadana saranno biologiche, con un forte aumento dei prodotti “bio”. Prossimamente verrà fatta richiesta anche per ottenere la certificazione. Nel corso dell’anno scolastico verranno organizzati dei progetti di educazione alimentare in collaborazione con Cir Food e verrà aperto un portale web nel quale le scuole e i genitori potranno trovare tutte le informazioni relative alla refezione scolastica e all’educazione alimentare. Si cercherà anche di eliminare il più possibile il consumo di plastica.

Infine, ma non meno importante, grazie ai risparmi sulla base d’asta sarà possibile mantenere invariate, per il corrente anno scolastico, le tariffe della refezione e del trasporto scolastico, che restano pertanto identiche rispetto allo scorso anno scolastico.

“Si sta arrivando a consolidare il nuovo sistema di refezione scolastica nelle cucine interne ai plessi – afferma l’assessore all’Istruzione Rossella Bacchi – con un’attenzione particolare all’ambiente, riducendo drasticamente il consumo di plastica ove possibile. Nel nuovo appalto si è riusciti a ottenere un’altra cucina attiva a San Matteo, questo è un dato importante anche per servire al meglio le frazioni nord”.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 12 Settembre 2022